Agricola La Contea, i vini di un impresario “visionario” con la passione viscerale per la terra

Tutto nasce grazie a un impresario “visionario” con la passione viscerale per la terra e i suoi prodotti, che innamoratosi del luogo inizia a produrre vino per uso familiare. Ed è così che Pippo Turrisi pone la prima pietra di quella che oggi è l’Agricola La Contea, azienda che produce e commercializza vini da uve provenienti dalla tenuta di Santa Venera, una frazione del comune di Mascali (Catania), situata sul versante orientale del vulcano Etna a circa 400 m s.l.m. Un’azienda a conduzione familiare, gestita da Maria Grazia Turrisi insieme alla mamma, Giuseppa Capizzi, al marito, Domenico Lombardo, e alla figlia, Ludovica Lombardo.

Maria Grazia Turrisi

Maria Grazia racconta a Terrà che la tenuta dove oggi sorge l’azienda fu acquistata dal padre Pippo Turrisi. Un luogo dove la ricchezza minerale delle terre è dovuta all’Etna, “a Muntagna”. Una terra di contrasti, tra il nero cupo delle colate laviche ed il verde lussureggiante dei castagni. Vitigni contorti, centenari, piantati ad alberello, che lottano per sopravvivere alle condizioni estreme di questi luoghi. Continue eruzioni rendono il terreno incredibilmente fertile per la viticoltura, ricco di lapilli lavici, basalto e zolfo. Anche il clima qui è sensibilmente differente dal resto della Sicilia, lo è persino tra un versante e l’altro del vulcano.

I vini qui sono unici, indissolubilmente legati al territorio. L’espressione autentica della potenza della natura. E poi alle falde del vulcano c’è il mare, Taormina sulla sinistra, con la sua costa rigogliosa e frastagliata; la Calabria, poco oltre a ricordarci di essere su un’isola; la costa siracusana sulla destra. Nessun limite, eccetto il cielo. Venti salmastri che profumano di mare si fondono con l’aria fresca di montagna. Albe infuocate e raggi di sole che cullano i grappoli fino alla vendemmia. Un contesto perfetto per la maturazione delle uve. E poi c’è l’uomo, con la sua mania di perfezione. Terrazze di pietra lavica che ospitano i filari. Ulivi e ciliegi tutt’intorno delineano i confini. Una bellezza disarmante. Nell’Azienda Agricola La Contea si coltivano esclusivamente le varietà tipiche dell’Etna, in particolare Carricante e Nerello Mascalese.

 

“I vini sono longevi, eleganti e potenti, di un rosso rubino tendente al granato di media trasparenza – afferma Maria Grazia -. Profumano di piccoli frutti rossi selvatici, di spezie eleganti e hanno un’inconfondibile nota minerale al palato. Il Nerello Mascalese, oltre che per i grandi rossi dell’Etna – sottolinea – è impiegato per produrre vini rosati e spumanti. Noi lo utilizziamo anche per i nostri incredibili bianchi”.

 

 

“Qui dove è nato il Nerello Mascalese – prosegue la nostra ‘imprenditrice10&lode’ – il lavoro viene svolto nell’assoluto rispetto delle tradizioni centenarie, e con una grande attenzione all’ambiente. I vini vengono integralmente prodotti dalle migliori uve raccolte a mano. Un connubio inscindibile di tradizione e tecnologia, che grazie alle più moderne tecniche enologiche, garantisce un livello produttivo di altissimo pregio “. La Contea si estende per 16 ettari e la produzione, caratterizzata dei seguenti vini, arriva nei mercati italiano e estero.

 

 

Fonte: terra.psrsicilia.it
Articolo di: Agata Imbrogiano

Altri Articoli